Domande frequenti
Una bici elettrica è costosa?

Una bicicletta elettrica standard costa tra gli 800 e i 2000 euro. Se consideriamo i vantaggi di avere questo tipo di mezzo di trasporto, il prezzo non sembra elevato. Considerando l'assenza di costi di carburante necessari per l'alimentazione delle auto, è possibile che l'acquisto di una bici elettrica si ripaghi dopo un anno di utilizzo. Il tempo può essere relativamente più breve o più lungo a seconda dei chilometri percorsi. La manutenzione della bicicletta è molto economica e i ricambi sono facilmente reperibili. Non ci sono costi di assicurazione e per controlli tecnici periodici.

Guidare una bicicletta elettrica è sicuro?

Possiamo usare le biciclette elettriche per muoverci lungo le piste ciclabili, proprio come una bicicletta convenzionale, quindi il contatto con le auto

è ridotto al minimo. La velocità massima supportata è di 25 km/h, impedendo l'accelerazione a velocità superiori. In questo modo

non diventiamo un pericolo per le altre persone.

A chi è consigliata la bicicletta elettrica?

La bicicletta elettrica è perfetta per chiunque. Le persone che amano lo sport apprezzeranno

la possibilità di esplorare luoghi prima molto difficili da raggiungere. Salire su colline alte o guidare

in montagna diventa infinitamente più facile.

Per le persone che devono recarsi al lavoro in modo economico. La bicicletta elettrica non ha bisogno di carburante e muovendosi su

piste ciclabili si possono facilmente evitare gli ingorghi cittadini. Utilizzarla per andare al lavoro o ad un meeting

importante non richiede grandi sforzi, non sarà più necessario farsi una doccia o cambiarsi appena arrivati!

La bicicletta elettrica è perfetta anche per le persone anziane che hanno bisogno di esercizio fisico e di contatto con la natura. L'uso di una

bici di questo tipo limita lo sforzo fisico, rendendola estremamente confortevole. Andare al parco, incontrare gli

amici o riportare a casa la spesa sarà molto più facile e piacevole.

Per coloro che hanno a cuore l'ambiente e sono consapevoli dei pericoli legati all'eccessiva produzione di gas

di scarico. La bicicletta elettrica è infatti uno dei mezzi di trasporto più ecologici ed economici.

In che modo una bicicletta elettrica è diversa da una normale bici?

A prima vista, una bicicletta elettrica non è tanto diversa da una bicicletta tradizionale. Ha un telaio, manubrio, due ruote e una sella. Ad un esame più attento possiamo notare la batteria (se non è nascosta nel telaio), il motore nella ruota o montato tra i pedali e il display della funzione sul manubrio. Il controller principale è solitamente nascosto nel telaio. È inoltre necessario un cablaggio speciale per consentire il passaggio dell'energia tra i vari componenti. Di conseguenza, a causa dell'elettronica utilizzata, la bicicletta elettrica è più pesante di una tradizionale, che comporta un peso aggiuntivo di 9 chili. Molte persone sono convinte che

la bicicletta elettrica sia una specie di piccolo scooter, ma è un falso mito. Al contrario di uno scooter, per muoversi con la bicicletta elettrica è necessario pedalare: il motore elettrico ci supporta soltanto.

È possibile utilizzare una bicicletta elettrica sulle piste ciclabili? Cos'è la Pedelec?

Legge europea sulle biciclette elettriche. La Pedelec è la Normativa europea sulle biciclette elettriche. Secondo la legge europea, una bicicletta elettrica deve soddisfare le seguenti limitazioni:

Potenza potenza nominale massima pari o inferiore ai 250 Watt

Voltaggio fino a 48V

Limitazione della velocità a 25km/h con pedalata assistita

Larghezza della bicicletta fino a 0,9 m

Non è consentito l'acceleratore sul manubrio. Il motore elettrico può essere avviato solo utilizzando i pedali.

Una ebike che soddisfi le suddette restrizioni sarà trattata come una normale bicicletta. Saremo in grado di muoverci su strade pubbliche e piste ciclabili. Una bicicletta elettrica che rispetta queste condizioni è quindi chiamata Pedelec e non necessità di targa o di assicurazione.

È possibile migliorare la propria forma fisica con la bicicletta elettrica?

Utilizziamo le biciclette tradizionali e quelle elettriche per scopi ricreativi e di fitness. Per molti di noi,

è l'attrezzatura di base per migliorare la forma e la condizione fisica. Gli scienziati hanno dimostrato

che l'uso di una bicicletta elettrica dà risultati migliori rispetto all’utilizzo di una bicicletta tradizionale. Grazie al supporto della batteria elettrica, non

sollecitiamo troppo i muscoli, il che ci spinge a pedalare più intensamente. Non dobbiamo utilizzare molta energia,

perché il motore ci sostiene fino a 25 km/h.. Dopo aver superato questa velocità, possiamo

anche superarla, ma dovremo contare sulla sola forza dei nostri muscoli. La guida di una e-bike incoraggia, inoltre, un'attività fisica più frequente. Questa combinazione è ottima per

migliorare il nostro stato di salute

Quanto pesa una ebike?

È chiaro che una bicicletta elettrica pesi più di una bicicletta convenzionale. Il peso dipende dai componenti aggiuntivi utilizzati: motore, batteria, controller, cablaggio. A volte è anche necessario rafforzare il telaio per renderlo più stabile e più sicuro. Il peso medio è tra i 23-27 kg. Durante la guida, il peso della bicicletta non è percepito da chi la usa, al contrario! La bici sembra più leggera, più agile e più piacevole da gestire.

Come funziona una bicicletta elettrica?

Come già sappiamo i componenti principali di una bici elettrica sono: motore elettrico, batteria, display e controller. Di solito ci sono 4 modalità operative tra cui scegliere sul display della funzione. A seconda di quale modalità scegliamo per questa velocità il motore elettrico ci sosterrà, dove 4 significa la velocità massima di 25 km/ h.

Quando scegliamo la modalità di guida e iniziamo a pedalare il motore elettrico si accende, dandoci immediatamente una impressione positiva di leggerezza alla guida. Più impegno mettiamo nella pedalata, più potenza trasmetterà il motore elettrico. Il tutto è silenzioso e fluido, poiché il sistema è privo di meccanismi complicati. Dopo aver superato la velocità di 25 km/h, il motore elettrico smette di supportarci. L'intero sistema è alimentato da una moderna batteria agli ioni di litio a lunga durata. Tutto è gestito dal controller principale, che controlla il lavoro dei componenti.

Quali sono i tipi di Ebikes?

Ebikes e biciclette convenzionali possono essere suddivisi in molti tipi a seconda dell'applicazione.

Ebike pieghevole - Una ebike di piccole dimensioni con ruote da 20”. Grazie alla possibilità di piegarla, è molto comoda da riporre e si adatta facilmente a qualsiasi auto. Anche se la bicicletta ha dimensioni poco ingombranti, è adatta per tutti. Ha un manubrio e una sella con un'ampia regolazione in altezza, in modo che le persone con un'altezza di 150-190 cm trovino la giusta e comoda posizione di guida. La bicicletta è ideale per la città, per il lavoro, per le piste ciclabili e per il trasporto in auto senza la necessità di installare un portabiciclette aggiuntivo. Esistono anche e-bike pieghevoli con pneumatici per terreni sterrati. Con una e-bike di questo tipo, possiamo facilmente andare su terreni più impegnativi fuori città.

City eBike - Una bici full size con una scelta di un telaio maschile o femminile con una dimensione della ruota di 26”. Come suggerisce il nome, questa e-bike è destinata principalmente per l’utilizzo in città. Ha un look classico che è il motivo per cui è molto popolare ed è una delle più utilizzate. Una posizione comoda non provoca affaticamento anche dopo una lunga pedalata. Perfetto per le persone che hanno bisogno di un mezzo di trasporto veloce e confortevole per lavorare.

Trekking Ebike – Con un design molto simile al City Ebike, si può notare le differenze ad un esame più attento. Questa bicicletta elettrica presenta infatti un ammortizzatore aggiuntivo nella parte anteriore e pneumatici adattati a terreni leggermente più accidentati. Ideale per la città e viaggi fuori porta (boschi, strade sterrate).

EMTB bike - Adatta per il fuoristrada, la montagna e le foreste. Costruzione solida con ammortizzatore anteriore, è disponibile anche con ammortizzatore posteriore. La posizione dell'utente è leggermente inclinata. L'EMTB bike è funzionale in tutte le condizioni, ma è meglio utilizzarla su strade sterrate.

E-Road bike - Una bici per la guida veloce sulla strada. Perfetto per le persone che amano la velocità e coprono lunghe distanze. Adatto solo a strade di buona qualità e ben asfaltate. Un telaio rigido senza ammortizzatori e pneumatici duri sottili richiedono una buona superficie per una guida confortevole. Non è adatto per la guida su strade sterrate.

E-Cargo bike - Più comunemente utilizzato per scopi commerciali. Sono perfetti per aziende di catering, trasporto di merci commerciali, trasporto di un piccolo numero di persone.

Il motore in una bicicletta?

Le moderne biciclette elettriche sono dotate di un motore brushless con una potenza compresa tra 250W e 1000W e una tensione di 24V, 36V o 48V che sono esenti da manutenzione e noti per la loro affidabilità. È anche possibile incontrare unità più forti, ma a causa di un prezzo molto elevato e restrizioni legali queste Ebikes sono più spesso utilizzati per gli sport estremi da professionisti. I più popolari sono motori con una potenza di 250W e una tensione fino a 48V, anche dovuto alla legge dell'Unione europea che limita la potenza delle biciclette che possono essere utilizzate sulle strade pubbliche. Il motore elettrico ha anche una frizione che quando è spento permette al pilota di pedalare liberamente senza resistenza aggiuntiva.

Il posizionamento del motore:

Nel mozzo della ruota anteriore

Centralmente nella manovella del pedale

Nel mozzo della ruota posteriore

Che potenza di motore scegliere?

Ci sono molte opzioni quando si sceglie la potenza del motore per una bicicletta elettrica. Va tenuto in considerazione lo scopo per cui utilizzeremo la nostra bicicletta. Se abbiamo bisogno di una e-bike forte per pedalare in montagna e nei boschi, e non per spostarci in città, varrà la pena considerare una bicicletta con una potenza di 500W e superiore. Ma bisogna sottolineare che se viviamo in un paese dell'Unione europea, per guidare legalmente su strade pubbliche e strade ciclabili, la potenza del motore non può essere superiore a 250W e la tensione non può essere superiore a 48V. Tale moto ci sosterrà fino ai 25 km/h.

Cosa è la coppia del motore? E la differenza di tensione tra 36V e 48V?

Un parametro molto importante del motore, oltre alla potenza, è la coppia, espressa in Nuitonometri Nm.. Le biciclette elettriche omologate per la circolazione su strade pubbliche sono spesso dotate di sistemi che funzionano con una tensione di 36V o 48V. Di solito la coppia va da 50Nm a 100Nm, a seconda della potenza e della tensione. Maggiore è la coppia, più veloce sarà il movimento della bicicletta, il che si traduce in una migliore accelerazione e flessibilità durante la guida. Per una migliore esperienza di guida, la tensione a 48V sarà quindi la scelta migliore. Le biciclette che funzionano con una tensione di 48 V sono caratterizzate da una coppia maggiore e da un minore consumo di elettricità. A titolo di confronto, una bicicletta con i parametri di 36V 10Ah avrà una capacità della batteria di 360Wh, mentre una bicicletta con i parametri di 48V 10Ah avrà una capacità della batteria di 480Wh.

Quali sono le differenze nel posizionamento del motore? Motori Hub vs motori Mid-drive?

Ci sono tre modi per localizzare il motore nella moto:

 Motore situato nel mozzo della ruota anteriore. Soluzione semplice e relativamente priva di inconvenienti, molto diffusa nelle biciclette da città. L'unico svantaggio può essere una ruota anteriore sottocaricata. Con i motori più potenti e con una coppia elevata si può notare una perdita di aderenza su una superficie non stabile.

Motore situato nella pedivella (motore mid-drive). Si trova spesso nelle biciclette e-MTB fuoristrada e nelle biciclette da città di fascia alta. Si tratta per lo più di motori con una potenza superiore. Il motore mid-drive è più costoso del motore Hud, quindi il prezzo dell'e-bike sarà più alto.

Motore situato nel mozzo della ruota posteriore. Viene utilizzato soprattutto nelle biciclette da città, da trekking e pieghevoli. È una soluzione con meno inconvenienti. In ogni bicicletta la ruota posteriore è carica di peso; quindi, la posizione del motore garantisce una guida sicura senza perdere aderenza.

Come prolungare la vita di un motore elettrico?

I motori moderni in e-bike sono caratterizzati da alta affidabilità, ma possono comunque essere danneggiati se usati impropriamente. Ecco alcuni suggerimenti su come prolungare la vita del motore:

Se il peso consentito per l'utente indicato dal produttore è di 120 kg, non è consigliabile superarlo. Vorrebbe dire far lavorare il telaio e gli altri componenti, compreso il motore, sotto un carico eccessivamente elevato.

In salita, è bene utilizzare le marce in modo appropriato e cercare di alleggerire il motore con il lavoro dei nostri muscoli. In questo modo il motore non raggiungerà la potenza massima e non si surriscalderà.

Se la potenza dichiarata dal produttore è di 250 W, significa che il motore con questa potenza funzionerà senza guasti raggiungendo una temperatura sicura. Tuttavia, modificare le caratteristiche operative di un motore è diventato popolare. In pratica, ciò significa aumentare la potenza del motore a 350W e persino a 500W, riducendone notevolmente la durata.

Quali tipi di batterie esistono? Perché Li-ION è la migliore batteria per le biciclette elettriche?

Ci sono molti tipi di batterie sul mercato. Questi includono batterie al gel, Li-poly (litio-poli), Ni-MH (idruro di nichel metallico), Ni-Cd (nichel cadmio). Tuttavia, non sono privi di svantaggi e non sono raccomandati per la costruzione di biciclette elettriche a causa della loro struttura, la scarsa resistenza agli urti, la carica difficile e gli alti costi di produzione.

La migliore batteria ed in pratica quella più usata è la Li-ION (accumulatore agli ioni di litio). Uno dei principali vantaggi di questa batteria è il suo peso, che a parità di capacità è anche diverse volte inferiore rispetto ad altre batterie. Sono dotate di un circuito di protezione, che elimina il rischio di esplosione. Secondo la maggior parte degli utenti, il vantaggio più grande è probabilmente la durata della batteria, che è senza dubbio molto elevata. Anche dopo 800 cicli di ricarica, in condizioni di lavoro ottimali, manterrà la sua capacità intorno al 70%, il che significa che non saremo in grado di ricaricarla fino al suo valore originale. Naturalmente, dopo un tale numero di numero

di cariche l'autonomia della bicicletta diminuirà, ma potremo continuare a usarla. Queste batterie possono essere ricaricate senza riformattarle. Ad esempio: quando abbiamo un livello di carica del 50%, possiamo tranquillamente ricaricare la batteria al 100% per essere sicuri di arrivare a destinazione completamente carichi.

Che cosa è Ah? Come si calcola il Wh?

Nell'Unione Europea, Ah (ampere/ore) è l’unità di misura della capacità della batteria. Le bici elettriche più popolari di solito hanno batterie con una capacità compresa tra 8Ah e 20Ah. Maggiore è questo valore, maggiore sarà l’autonomia della bici elettrica. La seconda designazione di capacità è Wh (watt/ore). Per calcolare Wh, è necessario conoscere la tensione della batteria e la sua capacità in Ah e moltiplicare questi valori.

Per esempio:

Batteria 36V 10Ah

36 * 10 = 360Wh

e

Batteria 48V 10Ah

48 * 10 = 480Wh

La conclusione è che una batteria da 48V avrà una maggiore capacità watt-ora.

Quale autonomia ha la e-bike con una singola carica? Come calcolare l’autonomia di una e-bike?

L'autonomia dell'e-bike con la batteria è condizionata da diverse variabili. Di seguito sono riportate alcune delle

più importanti:

Il peso dell’utente. Maggiore è il peso, maggiore sarà il carico della bicicletta quindi, anche il consumo di batteria.

Tipo di superficie su cui stiamo guidando. Che si tratti di una strada asfaltata, pista ciclabile o strada sterrata. Minore è la resistenza al rotolamento, minore è l'energia necessaria per guidare una e-bike.

Attraversiamo zone di montagna dove spesso dobbiamo guidare in salita.

Temperatura dell'aria. Se la temperatura è alta, la batteria si riscalda di più, quindi la sua capacità diminuirà più velocemente. È lo stesso con le basse temperature, la batteria si esaurirà più velocemente.

Tuttavia, possiamo calcolare il valore approssimativo dell'intervallo che dovremmo teoricamente raggiungere. Considerando che le biciclette consumano in media 9Wh per chilometro, per esempio 48V 15Ah, il calcolo sarà simile a questo:

48 * 15 = 720Wh

720/9 = 80km

Una ebike con i parametri di cui sopra dovrebbe avere una gamma media di 80 km. Naturalmente, in condizioni ideali, l'autonomia dovrebbe aumentare fino a 150 km. Nella guida fuoristrada estrema, il risultato sarà di conseguenza inferiore.

Come aumentare l’autonomia della tua ebike?

Indipendentemente dal fatto che andiamo in città su piste ciclabili, strade o in terreni più impegnativi come montagne o foreste, vale la pena conoscere alcune regole per migliorare l’autonomia della tua bicicletta elettrica. Ecco alcuni consigli utili:

All'inizio, usiamo la forza delle nostre gambe per alleviare il motore. Spostare la e-bike richiede molta energia.

Usiamo gli ingranaggi come in una bici convenzionale. Iniziare dalla marcia superiore (deragliatore posteriore) e poi passare a una marcia inferiore una alla volta. In questo caso il motore non dovrà utilizzare molta energia come se cominciasse con una marcia "pesante".

Manteniamo la e-bike pulita. Lubrifichiamo la catena regolarmente. In questo modo manterremo l’autonomia senza intoppi.

Manteniamo una pressione adeguata nei pneumatici. Se è troppo bassa, la resistenza al rotolamento sarà alta e consumerà molta energia.

Utilizziamo la modalità eco spesso e lavoriamo insieme al motore con la forza delle nostre gambe.

Scegliamo la modalità di assistenza più alta solo su terreni difficili o in alta collina.

Quale batteria e tensione dovremmo scegliere?

La scelta dovrebbe essere adattata alle nostre preferenze. I criteri fondamentali dovrebbero essere la distanza percorsa quotidianamente, l'area in cui di solito ci muoviamo e il budget che possiamo spendere per una bicicletta. Se la vogliamo utilizzare per andare al lavoro e la distanza è di circa 30 km e non vogliamo spendere troppo per una e-bike, una bicicletta con batteria 36V 8Ah sarà sufficiente per noi. Se copriamo una distanza simile, ma vogliamo che l'e-bike funzioni più velocemente, dovremmo considerare una tensione più alta di 48V. Se avete bisogno di una e-bike con una gamma maggiore e avete un budget maggiore, è meglio scegliere quella con la batteria con una capacità compresa tra 12ah e 15Ah e una tensione di 36V. Se invece avete bisogno di una lunga autonomia e una coppia più elevata per una migliore accelerazione e flessibilità, vale la pena acquistare una bicicletta con una batteria 48V15Ah. Maggiore capacità e maggiore tensione sono perfetti anche per le salite più lunghe e su strade sterrate e terreni più pesanti.

Come prolungare la vita della batteria della vostra e-bike?

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti importanti su come utilizzare la batteria per prolungare la sua vita:

Si dovrebbe cercare di non scaricare completamente la batteria. Lo scarico ripetuto può causare un calo più veloce in efficienza. Se sappiamo che la batteria è di circa il 10%, va quindi collegata alla ricarica.

Non lasciare la ebike per lungo tempo con una batteria scarica. Se la batteria rimane scarica a lungo, le sue prestazioni diminuiscono significativamente. Quando la batteria non è in uso, assicuriamoci che sia carica almeno al 50%, quindi saremo sicuri che manterrà le sue condizioni.

Se non usiamo la batteria, ad esempio in inverno, conservarla in un luogo caldo e asciutto con una temperatura positiva ma non superiore a 20 gradi Celsius.

Assicurarsi che la batteria non entri in contatto con l'acqua. Se bagnata, potrebbe causare danni permanenti.

È necessario utilizzare il caricabatterie originale. L'uso di sostituti con i parametri sbagliati può ridurre significativamente l'efficienza della batteria e persino distruggerla.

Si dovrebbe prendere cura della pulizia della batteria e l'intero sistema elettrico.

Shopping cart

Summer 25% discount on all last year's bike models

Sign in

No account yet?

Start typing to see products you are looking for.
Shop
Wishlist
0 items Cart
My account